1.0 - ISPEZIONE PRECEDENTE

  • 1.1 - La precedente ispezione è stata esaminata?

  • 1.2 - Ci sono attività in sospeso dalla precedente ispezione?

2.0 - VALUTAZIONE DEI RISCHI E RISCHI SPECIFICI

  • 2.1 - Documento di Valutazione dei Rischi (Artt. 17, 28 e 29 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.2 - Il Documento di valutazione dei rischi è stato validato da tutte le figure presenti in Azienda ( Datore di Lavoro, RSPP, Medico Competente, RLS ) ?

  • 2.3 - Valutazione del Rischio Chimico (Artt. 17 e 223 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.4 - Valutazione del Rischio Rumore (Artt. 17, 181 e 190 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.5 - Valutazione del Rischio da Vibrazione Meccaniche (Artt. 17, 181 e 202 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.6 - Valutazione del Rischio Movimentazione Manuale dei Carichi (Titolo VI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.7 - Valutazione del Rischio da Movimenti Ripetitivi (Titolo VI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.8 - Valutazione del Rischio Incendio (Art. 46 comma 4 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; Art. 2 del D.M. 10/03/98)

  • 2.9 - Valutazione Stress da Lavoro Correlato (Artt. 17, 28 e 29 del D.Lgs. 106/2009 e s.m.i.)

  • 2.10 - Valutazione Rischio Lavoratori Minori (Art. 28 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; Artt. 6-7 Legge 977/1967; D.Lgs. 345/1999; D.Lgs. 18/2000)

  • 2.11 - Valutazione Rischio da Miscele Esplosive [ATEX] (Titolo XI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.12 - Valutazione Rischio Lavoratrici Gestanti (Artt. 17 e 28 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; D.Lgs. 151/01 art.7 all. A; Legge 35/2012)

  • 2.13 - Valutazione Rischio da sostanze Cancerogene [es. Polveri di Legno] (Artt. 17 e 236 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.14 - Valutazione Rischio da Radiazioni Ottiche Artificiali [ROA] (Artt. 17, 181 e 216 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.15 - Valutazione Rischio da Campi Elettromagnetici (Artt. 17, 181 e 209 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.16 - E' stato predisposto un DUVRI per le attività affidate in appalto che non siano inerenti ai servizi di natura intellettuale, alle mere forniture di materiali o attrezzature, nonché ai lavori o servizi la cui durata NON sia superiore ai 5 giorni lavorativi, sempre che essi non comportino rischi derivanti dalla presenza di Agenti Cancerogeni, Biologici, Atmosfere Esplosive o dalla presenza dei rischi particolari di cui all'Allegato XI? (Art. 26 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.17 - Piano Operativo di Sicurezza. (Art. 89 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 2.18 - Piano di Emergenza (obbligatorio per Aziende con più di 10 dipendenti e/o per Aziende soggette a Certificato di Prevenzione Incendi (D.lgs. 81/08 -Titolo I - Capo III - Sezione IV Art. 36 c.1 b e s.m.i.; D.M. 10/03/98 art. 5 ed Allegato VIII)

  • 2.19 - Registro Antincendio (Art. 6 comma 2 del D.P.R. 151/2011 e s.m.i.)

3.0 - VERIFICHE ED ATTIVITÀ PERIODICHE

  • 3.1 - Prova di Evacuazione (Punto 7.4 del D.M. 10/03/1998)

  • 3.2 - Riunione Annuale sulla Sicurezza (Artt. 18 e 35 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 3.3 - Verifica Impianto di Messa a Terra (D.lgs. 81/08 e s.m.i.; D.M. 37/2008; DPR 462/2001)

  • 3.5 - Manutenzione dei sistemi di condizionamento e refrigerazione. Verifica integrità del circuito per valutare l'eventuale presenza di fughe (>3 Kg controllo Annuale, >100 Kg controllo Semestrale)

  • 3.6 - Vengono effettuate le verifiche periodiche degli Apparecchi di SOLLEVAMENTO e di tutte le Attrezzature indicate nell'allegato VII ? [Verifica iniziale dell'INAIL, Verifiche periodiche da parte dell'ARPAV o Enti Autorizzati]

  • 3.7 - Analisi Emissione in atmosfera (Art. 269 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.)

  • 3.8 - Sorveglianza Sanitaria. È' presente un Protocollo Sanitario idoneo con i rischi aziendali (Art. 41 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 3.9 - Viene attuato il Controllo Sanitario specifico per gli addetti al Lavoro Notturno? (Art. 5 D.Lgs. 532/1999)

4.0 FIGURE PROFESSIONALI

  • 4.1 - Nomina R.S.P.P. (Titolo I D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 4.2 - Nomina Dirigenti e Preposti (Titolo I D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 4.3 - Nomina Medico Competente (Artt. 18, 25 e 41 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 4.4 - Nomina R.L.S. (Sezione VII D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 4.5 - E' stato comunicato in via telematica all' INAIL in caso di nuova elezione o designazione, il nominativo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza? (Art. 18 lettera aa D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 4.6 - Nomina Addetti alla Prevenzione Incendi (Art. 46 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; D.M. 10/03/98)

  • 4.7 - Nomina Addetti al Primo Soccorso (Art. 45 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; D.M. 388/2003)

5.0 - CORSI DI FORMAZIONE

  • 5.1 - Corsi di formazione per Datore di lavoro (Titolo I D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 5.2 - Corsi di formazione per R.S.P.P. (Titolo I D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 5.3 - Corsi di formazione per Dirigenti e Preposti (Art. 37, comma 7 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 5.4 - Corsi di formazione per R.L.S. (Art. 37, comma 10 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

  • 5.5 - Corsi di formazione per Addetti alla Prevenzione Incendi (Art. 46 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; D.M. 10/03/98)

  • 5.6 - Corsi di formazione per Addetti al Primo Soccorso (Art. 45 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; D.M. 388/2003)

  • 5.7 - Corsi di formazione per TUTTI i Lavoratori (Artt. 36 e 37 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.; Accordo Stato-Regioni del 21 Dicembre 2011)

  • 5.8 - Le registrazioni dell'addestramento sono conservate?

  • 5.9 - Corso di formazione per lavoratori utilizzanti attrezzature rientranti nell'Accordo Stato-Regioni (es. carrelli elevatori, macch. movimento terra, PLE, trattori agricoli, ...)

6.0 - AMBIENTI DI LAVORO

  • 6.1 - NON sono presenti OGGETTI/OSTACOLI che possono determinare rischi da contatto, inciampo, cadute e scivolamenti.

  • 6.2 - NON sono presenti ZONE PERICOLOSE VIETATE non opportunamente segnalate. Tali zone sono segregate ed inibite all'accesso a personale non autorizzato?

  • 6.3 - Le condizioni di ILLUMINAZIONE generale e delle singole postazioni di lavoro, sia naturale che artificiale, sono idonee alle lavorazioni e attività svolte?

  • 6.4 - Le FINESTRE, i lucernari e le porte vetrate sono dotate di schermi di protezione e isolamento tali da evitare soleggiamenti eccessivi?

  • 6.5 - Le SCALE FISSE con almeno 4 gradini e relativi pianerottoli, dispongono di parapetti sui lati aperti. I GRADINI sono conformi e presentano dispositivi ANTISCIVOLO.

  • 6.6 - Le SCALE PORTATILI sono conformi alla normativa vigente (Art. 113 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) oppure alla norma tecnica UNI EN 131 parte 1 e parte 2 e dotate di specifica certificazione tecnica?

  • 6.7 - La pavimentazione è regolare e non danneggiata?

  • 6.8 - Le SCAFFALATURE hanno forma e caratteristiche di resistenza adeguate ai materiali immagazzinati. Le scaffalature riportano l'indicazione del carico massimo espresso in Kg/m2?

  • 6.9 - ogni dipendente ha a disposizione un armadietto dove riporre gli indumenti di lavoro?

  • 6.10 - lo stato di IGIENE nei locali è da considerarsi accettabile.

  • 6.11 - NON sono presenti SITUAZIONI che possono determinare FONTI DI PERICOLO per tutto il personale presente all'interno degli ambienti di lavoro.

7.0 - IMPIANTI

  • 7.1 - NON Sono presenti fili e cavi scoperti che possono essere fonte di pericolo?

  • 7.2 - I quadri elettrici di derivazione risultano integri è perfettamente chiusi.

  • 7.3 - Lo stato di pulizia dei quadri elettrici può essere giudicato accettabile.

  • 7.4 - Lo stato di pulizia del locale CALDAIA può essere giudicato accettabile.

  • 7.5 - Le tubazioni del gas risultano colorate correttamente ( esempio giallo per il Metano,...)?

  • 7.6 - Le valvole di intercettazione sono sgombre da oggetti ed opportunamente segnalate?

8.0 - CASSETTA DI PRIMO SOCCORSO E DPI

  • 8.1 - Le cassette di Primo Soccorso presenti sono in numero sufficiente?

  • 8.2 - Il contenuto delle cassette risponde al contenuto minimo previsto dal D.M. 388/03? È attuato un controllo periodo per la verifica della scadenza dei Medicinali?

  • 8.3 - Le cassette di Primo Soccorso sono chiaramente identificate ?

  • 8.4 - Sono presenti verbali di consegna dei DPI ? Il personale è stato istruito è formato circa il loro corretto utilizzo ?

  • 8.5 - Durante il sopralluogo il personale utilizzava correttamente i Dispositivi di Protezione Individuale?

9.0 - MACCHINE ED ATTREZZATURE

  • 9.1 - I sistemi di comando sono chiaramente visibili ed individuabili ? Sono disposti in modo da garantire una manovra sicura ed univoca?

  • 9.2 - Le aree attorno a macchine e impianti sono mantenute sgombre e pulite?

  • 9.3 - Le protezioni sono in buone condizioni, funzionanti ed è presente la segnaletica di sicurezza ?

  • 9.4 - I comandi sono accessibili agli operatori?

  • 9.5 - Sfridi e rifiuti vengono rimossi e stoccati in condizioni adeguate?

  • 9.6 - Sono presenti sistemi e materiali idonei ad assorbire spandimenti e perdite?

  • 9.7 - Lo spazio di lavoro è adeguato?

  • 9.8 - L'illuminazione della macchina è adeguata?

  • 9.9 - Esistono uno o più dispositivi di ARRESTO DI EMERGENZA ?

  • 9.10 - Gli organi meccanici in movimento sono protetti mediante protezioni fisse e/o mobili ?

  • 9.11 - Le macchine che comportano rischi per l'emanazione di gas, vapori, liquidi o polveri pericolosi sono dotate di adeguati Dispositivi di Aspirazione Localizzata ?

  • 9.12 - NON sono presenti SITUAZIONI che possono determinare FONTI DI PERICOLO per tutto il personale presente all'interno degli ambienti di lavoro.

10.0 SOSTANZE PERICOLOSE

  • 10.1 - Sono predisposti BACINI DI CONTENIMENTO e cordolature all'intorno dei recipienti che contengono sostanze pericolose, al fine di evitarne lo spandimento incontrollato ?

  • 10.2 - Sono presenti le schede di sicurezza di tutte le sostanze e composti presenti? Tali schede sono conformi alle normative REACH e CLP ?

  • 10.3 - Le sostanze presenti sono conservate in contenitori etichettati?

  • 10.5 - Le sostanze non in uso vengono conservate in modo corretto?

  • 10.6 - Si devono applicare condizioni particolari di conservazione?

  • 10.7 - Sono disponibili ed accessibili docce e docce oculari?

11.0 PREVENZIONE INCENDI

  • 11.1 - Le aree dove un incendio potrebbe svilupparsi senza poter essere individuato rapidamente sono tenute LIBERE da materiali Combustibili non essenziali ?

  • 11.2 - La lunghezza del percorso di uscita dai locali a rischio di Incendio BASSO (MEDIO) alla più vicina uscita di piano NON è superiore a 60 (45) metri (tempo massimo di evacuazione 5 (3) minuti) e l'eventuale loro tratto mono direzionale NON supera i 45 (30) metri (tempo massimo di evacuazione 3 (1) minuto) ?

  • 11.3 - Ogni PORTA SUL PERCORSO di uscita può essere aperta facilmente ed immediatamente dalle persone durante l'esodo ?

  • 11.4 - Lungo le vie di uscita esiste un sistema di illuminazione di emergenza ?

  • 11.5 - Lungo le vie di uscita in caso di emergenza è presente un'adeguata SEGNALETICA con l'indicazione dei percorsi da seguire ?

  • 11.6 - I materiali INFIAMMABILI sono staccati/immagazzinati in appositi spazi idonei ( esempio non vicino a fonti di calore, non accessibili a personale non autorizzato, ...) ?

  • 11.7 - È espressamente VIETATO FUMARE nelle aree in cui esiste il pericolo di incendio ? Nelle aree dove è consentito fumare sono a disposizione posacenere e quest'ultimi sono svuotati regolarmente ?

  • 11.8 - gli ESTINTORI PORTATILI sono ubicati in posizione tale da consentire l'immediata è agevole utilizzabilità? Sono adeguatamente segnalati da apposita Segnaletica di Sicurezza ? Viene svolta la manutenzione SEMESTRALE prevista per legge ?

  • 11.9 - Gli IDRANTI e le MANICHETTE sono posizionati in posizioni ben visibili ed accessibili ? Viene svolta la Manutenzione SEMESTRALE prevista dalla normativa vigente ?

  • 11.10 - I PULSANTI per attivare l'ALLARME Incendio sono posizionati in posizioni ben visibili ed accessibili ? Viene svolta la Manutenzione SEMESTRALE prevista dalla normativa vigente ?

  • 11.11 - NON sono presenti SITUAZIONI che possono determinare FONTI DI PERICOLO per tutto il personale presente all'interno degli ambienti di lavoro.

12.0 - SEGNALETICA DI SICUREZZA

  • 12.1 - È presente apposita SEGNALETICA di sicurezza, atta ad avvertire, dei pericoli e dei rischi, le persone esposte, a vietare o prescrivere determinati comportamenti, ... .

  • 12.2 - I cartelli sono sistemati, tenendo conto di eventuali ostacoli, ad un'altezza e in una posizione appropriate rispetto all'angolo di visuale, all'ingresso della zona interessata, o nelle immediate adiacenze di un rischio specifico o dell'oggetto da segnalare ?

13.0 - VARIE ED EVENTUALI

  • 13.1 - NON sono presenti SITUAZIONI che possono determinare FONTI DI PERICOLO per tutto il personale presente all'interno degli ambienti di lavoro.

Firme

  • Rappresentante dell'organizzazione

  • Auditor

The templates available in our Public Library have been created by our customers and employees to help get you started using SafetyCulture's solutions. The templates are intended to be used as hypothetical examples only and should not be used as a substitute for professional advice. You should seek your own professional advice to determine if the use of a template is permissible in your workplace or jurisdiction. Any ratings or scores displayed in our Public Library have not been verified by SafetyCulture for accuracy. Users of our platform may provide a rating or score that is incorrect or misleading. You should independently determine whether the template is suitable for your circumstances. You can use our Public Library to search based on criteria such as industry and subject matter. Search results are based on their relevance to your search and other criteria. We may feature checklists based on subject matters we think may be of interest to our customers.