Ispezione

1.2 STRUTTURA ORGANIZZATIVA, RESPONSABILITÀ E ORGANISMO DI GESTIONE L’azienda dovrà avere una chiara struttura organizzativa e reti di comunicazione tali da garantire la gestione ottimale di sicurezza, legalità e qualità dei prodotti.

  • 1.2.1 L’azienda dovrà disporre di un organigramma che illustri la sua struttura organizzativa. Le responsabilità relative alla gestione di attività finalizzate a garantire la sicurezza, integrità, conformità legislativa e qualità dei prodotti dovranno essere chiaramente assegnate e comprese dai manager competenti. Dovrà essere chiaramente nominata una persona che faccia le veci della persona responsabile in caso di assenza di quest’ultima.

  • 1.2.2 La direzione del sito dovrà garantire che tutti i dipendenti siano consapevoli delle proprie responsabilità. Laddove siano presenti istruzioni operative documentate per le attività intraprese, i dipendenti interessati avranno diritto a prenderne visione in modo da dimostrare che il lavoro svolto sia conforme alle istruzioni.

7.1 FORMAZIONE: AREE DESTINATE A MOVIMENTAZIONE DI MATERIE PRIME, PREPARAZIONE, TRASFORMAZIONE, CONFEZIONAMENTO E STOCCAGGIO L’azienda deve assicurarsi che il personale addetto a mansioni che possono incidere direttamente sulla sicurezza, legalità e qualità dei prodotti sia pienamente in grado di ricoprire il ruolo e che tale competenza sia stata acquisita tramite corsi di formazione ed esperienze lavorative, o sia comprovata da uno specifico attestato di qualifica.

  • 7.1.3 Il sito è tenuto a implementare programmi documentati, in grado di coprire le esigenze formative del personale interessato. Questi devono prevedere obbligatoriamente:
    • identificazione delle competenze necessarie per ruoli specifici
    • programmi di formazione o altre iniziative specifiche per garantire che il personale acquisisca le
    • competenze necessarie
    • valutazione dell’efficacia dei programmi di formazione offerta di corsi di formazione nella lingua dei dipendenti.

  • 7.1.6 Devono essere disponibili i registri relativi ai corsi di formazione. Questi dovranno specificare
    obbligatoriamente:
    • il nome del partecipante e la conferma di frequenza
    • la data e la durata del corso di formazione
    • il titolo e i contenuti del corso, se pertinenti
    • il nome dell’istruttore del corso di formazione
    • per i corsi di formazione interni, è necessario indicare bibliografie di riferimento, istruzioni operative e procedure utilizzate.
    Qualora il corso di formazione sia effettuato da agenzie esterne, l’azienda dovrà disporre della documentazione relativa a tali corsi.

  • 7.1.7 L’azienda è tenuta a riesaminare periodicamente le competenze del personale. Se necessario, dovrà offrire la formazione adeguata per colmare le lacune riscontrate. Possono essere previsti corsi di formazione, corsi di aggiornamento, attività di coaching, tutorato o pratica sul campo.

The templates available in our Public Library have been created by our customers and employees to help get you started using SafetyCulture's solutions. The templates are intended to be used as hypothetical examples only and should not be used as a substitute for professional advice. You should seek your own professional advice to determine if the use of a template is permissible in your workplace or jurisdiction. Any ratings or scores displayed in our Public Library have not been verified by SafetyCulture for accuracy. Users of our platform may provide a rating or score that is incorrect or misleading. You should independently determine whether the template is suitable for your circumstances. You can use our Public Library to search based on criteria such as industry and subject matter. Search results are based on their relevance to your search and other criteria. We may feature checklists based on subject matters we think may be of interest to our customers.